Image of Finitudine: un romanzo filosofico su fragilità e libertà

Copertina morbida

Finitudine: un romanzo filosofico su fragilità e libertà



Lo scrittore Albert Camus non è morto nell'incidente del 4 gennaio 1960. Un suo grande amico, il genetista Jacques Monod, va a trovarlo in ospedale. Stanno scrivendo un libro insieme. Leggono le bozze, ricordano le avventure durante la Resistenza a Parigi. Nel segno del disincanto, prende forma una visione del mondo. La scienza ha svelato la finitudine di tutte le cose: dell'Universo, della Terra, delle specie, di ognuno di noi. Come trovare un senso all'esistenza accettando la nostra finitezza? Camus e Monod passano in rassegna le possibilità laiche di sfidare la morte. L'investigazione diventa un giallo filosofico. Forse la finitudine non implica nichilismo, ma al contrario solidarietà, rivolta, una vita piena.
In un gioco raffinato di fatti e finzioni, Finitudine è la storia della vera amicizia tra due Premi Nobel, un dialogo avvincente, un libro dentro un libro. Dopo il successo di Imperfezione, Telmo Pievani torna con un testo sorprendente che affronta con poesia un tema filosofico e scientifico che ci tocca tutti.


Disponibilità

10108Biblioteca di UrbisagliaDisponibile

Informazioni dettagliate

Titolo della Serie
-
Numero di chiamata (Call Number)
-
Editore Raffaello Cortina, : Milano :.,
Descrizione fisica
280 p. :ill. ;20 cm
Lingua
Italiano
ISBN/ISSN
9788832852172
Classificazione
853.92
Tipo di Contenuto
-
Tipo di Media
-
Tipo di Supporto
-
Edizione
Prima Edizione
Soggetto/i
Informazione specifica
-
Indicazione di Responsabilità

Altra versione/correlata

Nessun'altra versione disponibile




Informazioni


DETTAGLIO RECORD


Torna indietroDettagli XMLCite this